Home Ricette di cucina Come cucinare i ceci in modo creativo

Come cucinare i ceci in modo creativo

ricetta creativa ceci
Condividi:
olio-extravergine-oliva-bottiglia-da-0.75
vino-pugliese-rosso-nigro
vino-pugliese-rosso-negramaro
vino-pugliese-negramaro-rosato
vino-pugliese-chardonnay-bianco

Selezionati per te per farti riscoprire le antiche origini dell’olio d’oliva e del vino del salento!

Io e Flavio siamo molto appassionati di legumi e, dopo la ricetta delle lenticchie rustiche, abbiamo pensato a come cucinare i ceci in maniera originale e creativa. Come spesso accade, le idee migliori arrivano dalla tradizione delle nostre nonne e così è stato anche questa volta. 
Adoriamo i ceci per la loro versatilità: perfetti per hummus, hamburger vegetariani, polpette, zuppe e chi più ne ha più ne metta.
La ricetta che vi propongo su suggerimento di Flavio è quella dei “morsi”, piatto tipico salentino che nasce come “piatto di recupero” di legumi avanzati il giorno prima con l’aggiunta di pane raffermo e friarielli (o cime di rapa, come li chiamano in Puglia).

La ricetta originale prevede che il pane venga fritto ma, considerando anche l’abbondanza del piatto, vi proponiamo una preparazione più leggera con il pane abbrustolito in forno. Nella sua semplicità, è una preparazione golosissima che suggerisce subito l’idea della convivialità, perfetto da consumare in famiglia e con gli amici con del buon vino rosso (magari del Primitivo del Salento).

soffritto per preparazione ceci

Cosa ti serve per cucinare i “morsi” per 4 persone:

  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 pomodoro San Marzano
  • 240 gr di ceci cotti al vapore
  • 150 gr di piselli cotti al vapore
  • 200 gr di pane
  • 200 gr di friarielli già puliti
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio q.b.
  • Sale q.b.
  • Origano q.b.
OPZIONALE:
  • origano
  • peperoncino
  • spezie varie
friarielli, ceci e piselli

Come preparare i “morsi”:

  • Crea la base del soffritto tagliando grossolanamente la carota ed il pomodoro ed affettando non troppo finemente la cipolla. Con abbondante olio, lascia soffriggere a fuoco medio fino a quando la cipolla non sarà ben dorata.
  • Una volta pronto il soffritto di carota, cipolla e pomodoro, aggiungi i ceci, i piselli ed q.b. di sale. Coprili d’acqua facendo attenzione che il livello d’acqua superi di almeno un dito i legumi. Fai cuocere per una 20ina di minuti a fiamma medio/alta e mescola di tanto in tanto.
  • A parte, in un’altra padella, fai soffriggere uno spicchio d’aglio ed aggiungi i friarielli facendo molta attenzione a non farli bruciare.
  • Appena saranno appassiti, aggiungi un abbondante bicchiere d’acqua con un po’ di sale, copri e lascia stufare per circa 10/15 minuti a fuoco lento.
pane da tostare preparazione ceci
  • Taglia il pane a tocchetti da circa 2 cm e disponili in una teglia da forno. Condiscili con olio, sale e origano e falli abbrustolire in forno a 180° fino a quando non saranno croccanti e ben dorati. 
  • Una volta pronti tutti e 3 i componenti, puoi comporre il piatto: unisci al pane tostato il misto di legumi ed i friarielli (se sono troppo lunghi tagliali in pezzettini più piccoli per renderli più semplici da prendere con il cucchiaio).
    NB: Se i legumi ti sembrano troppo acquosi, elimina un po’ di liquidi in eccesso: l’acqua dei legumi deve solo inumidire il pane e legare gli ingredienti ma non deve intaccare la croccantezza.
  • Aggiungi le spezie che preferisci e, se ti piace, anche un po’ di buon peperoncino. Infine, guarnisci il tutto con un filo d’olio a crudo e servilo tiepido.

Se non sai come cucinare i ceci in maniera creativa per dare un tocco di novità alla tua cucina, prova questa ricetta. Vedrai… è da leccarsi i baffi!

Buon appetito!

Condividi:

Scopri i prodotti coltivati con amore e passione nella nostra terra.

Scelti per esaltare la creatività dei tuoi piatti; i nostri vini sono tutelati dal marchio IGP, coltivati nei vigneti della terra del Salento.
Bianco, Rosso o Rosato ce n’è per tutti i gusti!

La degustazione è a portata di click: scegli la box che fa per te

L’eccellenza dell’olio extravergine d’oliva racchiusa in una bottiglia: provalo sulle le tue insalate e verdure alla griglia renderà i tuoi piatti gustosi e genuini.

Un prodotto coltivato esclusivamente negli uliveti del Salento con la cura che avevano i nostri nonni!

Potrebbe interessarti